[#stopsfratti] OCCUPATA SEDE ALER!

Oggi il Comitato di Lotta per la Casa di Bergamo ha simbolicamente occupato la sede Aler  per chiedere il blocco immediato degli sfratti in città e provincia.

E’ la giornata nazionale contro gli sfratti e chi meglio di Aler poteva “ospitarci” per ricordare ad azienda e comune che la casa è un diritto? La stessa Aler che aliena parte del suo patrimonio e rincara del 30% gli affitti, la stessa Aler che sperpera quasi 2.500.000 euro nella mala gestione del complesso di via Carnovali mentre dopo 8 anni il cantiere è ancora bloccato. La stessa Aler che butta le famiglie per strada perchè a causa della crisi e della perdita del lavoro non riescono più a pagare l’affitto. […].

Abbiamo deciso di prendere parola in una data simbolica come quella odierna perchè non possiamo accettare che le fasce sociali più deboli, le famiglie, i giovani e gli anziani, paghino una crisi che non ci appartiene. Perdiamo il lavoro, perdiamo la casa, perdiamo il diritto ad una vita dignitosa costretti a salti mortali per arrivare a fine mese perchè politici corrotti, speculatori e banchieri si arrogano il diritto di scegliere per il 99% della popolazione.

Ora siamo stanchi e incazzati.

E i nostri diritti ce li riprediamo senza chiedere nulla a nessuno.

Di seguito il testo del volantino consegnato oggi all’Azienda Lombarda per l’Edilizia Residenziale della provincia di Bergamo:

BLOCCO IMMEDIATO DEGLI SFRATTI!

La crisi finanziaria manifesta oggi i suoi effetti più brutali. A pagarne i costi e le drammatiche conseguenze sono le fasce più vulnerabili della popolazione. Per molte famiglie anche il bene più fondamentale viene oggi a mancare: la casa! In tutto il paese gli sfratti per morosità si sono moltiplicati in misura esponenziale e nella maggioranza dei casi le persone non riescono più a pagare l’affitto a causa della perdita del posto di lavoro. Non sono necessarie molte parole, sono i dati stessi a dare il peso di quella che ormai è a tutti gli effetti una gravissima emergenza:

a livello nazionale si è passati dai 26.937 sfratti del 2001 ai 56.147 del 2010 registrando un incremento addirittura del +108,4% !

a livello provinciale se nel 2009 l’aumento di sfratti è stato del 337% rispetto all’anno precedente, nel 2010 si è arrivati ad un ennesimo aumento del 30% con oltre 1500 famiglie buttate per strada. Nella città di Bergamo il 2010 ha visto invece 1283 sfratti.

Si tenga presente che la popolazione di Bergamo rappresenta meno dello 0,2% della popolazione italiana ma sul territorio comunale si concentrano circa il 2,5% degli sfratti eseguiti a livello nazionale: la sproporzione dimostra che a Bergamo l’emergenza abitativa è molto più grave che altrove.

COMITATO DI LOTTA PER LA CASA di BERGAMO

This entry was posted in Abitare and tagged , , , , , , , , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *